Robinhood è quasi andato in default durante la short squeeze di GameStop: Quartz

Nelle ore precedenti l’alba del 28 gennaio 2021, la società di trading finanziario Robinhood ha dovuto affrontare una richiesta di margine di 3,7 miliardi di dollari dalla stanza di compensazione che regola le operazioni dei suoi clienti.

Per ogni operazione che Robinhood facilita, deve disporre di riserve sufficienti, inviate come garanzia, per i due giorni necessari per la liquidazione degli scambi. Il problema era che Robinhood aveva solo 700 milioni di dollari in garanzia: erano a corto di 3 miliardi di dollari e avevano solo poche ore per ottenere il resto del denaro.

I commercianti al dettaglio stavano utilizzando l’app per acquistare tonnellate di titoli meme volatili come GameStop e AMC Entertainment, aumentando i loro prezzi in tentativi di short squeeze, il che significava che Robinhood doveva inviare quantità proporzionate di garanzie per rimanere solvibile fino a quando tali operazioni non si fossero stabilizzate.

Nelle ore tra l’avviso della stanza di compensazione, inviato per la prima volta alle 5:11 ora orientale degli Stati Uniti, e la scadenza delle 10:00 per la richiesta di margine, i dirigenti di Robinhood hanno sollecitato la clemenza della stanza di compensazione e contemporaneamente hanno cercato di raccogliere fondi.

Gli sforzi di lobbying e di raccolta fondi hanno funzionato. La società ha anche interrotto bruscamente le negoziazioni su titoli volatili come GameStop per la giornata, il che ha limitato il proprio rischio immediato, ma ha suscitato scalpore da parte dei suoi clienti e un’audizione e un’indagine del Congresso.

La scorsa settimana, più di un anno dopo che lo short squeeze di GameStop era una notizia in prima pagina, lo staff democratico della Commissione per i servizi finanziari della Camera degli Stati Uniti ha pubblicato i risultati della sua indagine (pdf), mostrando esattamente come Robinhood ha evitato il disastro finanziario in un giorno in cui avrebbe dovuto andato sotto.

Come Robinhood fa soldi

Se hai acquistato o venduto un’azione negli ultimi anni e non sei stato incaricato dal tuo broker di farlo, probabilmente devi ringraziare Robinhood. Robinhood ha aperto la strada al trading di titoli senza commissioni attraverso un modello di business chiamato payment for order flow (PFOF). La popolarità dell’azienda tra gli investitori al dettaglio ha costretto broker affermati come Fidelity e Charles Schwab ad eliminare le commissioni di trading nel 2019.

Robinhood in realtà non esegue operazioni per i propri clienti. Piuttosto, vende gli ordini dei suoi clienti ai cosiddetti market maker come Citadel Securities e Two Sigma Securities, che gareggiano per completare quegli ordini.

Tuttavia, Robinhood deve inviare garanzie per le operazioni dei suoi clienti alla National Securities Clearing Corporation (NSCC), che è una divisione della Depository Trust & Clearing Corporation (DTCC), la più grande stanza di compensazione di titoli negli Stati Uniti. Il DTCC è una società privata fortemente regolamentata dalla Securities and Exchange Commission statunitense.

Una telefonata e una raccolta fondi

Alle 7:15 del giorno della richiesta di margine, Dan Gallagher, chief legal officer di Robinhood, ha telefonato a un anonimo vice consigliere generale del DTCC, secondo l’indagine della Camera. Gallagher è un ex commissario repubblicano della SEC, il principale regolatore del DTCC. Lui e il funzionario del DTCC erano “conosciuti professionalmente”, afferma il rapporto, notando che i due avevano precedentemente lavorato insieme in uno studio legale. Durante la chiamata, Gallagher ha chiesto di inoltrare la questione agli alti funzionari del DTCC “per discutere su come ottenere sollievo, rinuncia o esenzione”.

Entro le 9:11, e dopo molte altre telefonate tra Robinhood e funzionari del DTCC, i requisiti di deposito collaterale di Robinhood sono stati ridotti da $ 3,7 miliardi a $ 1,4 miliardi, lasciando comunque l’azienda a corto di $ 700 milioni.

La giustificazione per la concessione di miliardi di dollari in esenzioni non è stata spiegata. Secondo il rapporto, il direttore del rischio di mercato del DTCC “ha comunicato che l’addebito sull’Excess Capital Premium di Robinhood era in fase di revisione per un adeguamento al ribasso senza commentare il motivo per cui era stato rivisto o cosa avrebbe qualificato Robinhood per un adeguamento al ribasso”.

Mentre Gallagher stava negoziando con il DTCC, Jason Warnick, chief financial officer di Robinhood, chiamava gli investitori. Entro la scadenza delle 10:00, Warnick si era assicurato $ 1 miliardo di nuovi investimenti. Ha continuato a raccogliere fondi dopo la scadenza del 28 gennaio. Entro il 30 gennaio, la società aveva raccolto un totale di 3,5 miliardi di dollari.

Senza questo duplice approccio, Robinhood sarebbe fallito nel DTCC come ha fatto Lehman Brothers durante la crisi finanziaria del 2008. Quando si verifica un’inadempienza, la stanza di compensazione “assume il controllo del portafoglio del membro inadempiente e lo liquida”, afferma il rapporto, per ridurre il rischio per il sistema finanziario più ampio.

L’improbabile sopravvivenza di Robinhood

Il fatto che Robinhood sia riuscito a uscire da questa debacle è stato a dir poco un miracolo, afferma Tyler Gellasch, direttore esecutivo della Healthy Markets Association, un gruppo commerciale di investitori ed ex avvocato del Senato e della SEC.

“È l’equivalente di un quadrimotore che perde tutti e quattro i motori a 30.000 piedi e atterra in sicurezza”, afferma Gellasch.

Gellasch è critico nei confronti delle carenze di gestione del rischio che hanno contribuito ai problemi di Robinhood. Attribuisce la sopravvivenza dell’azienda alla sua perizia politica. “Questo mostra il potere di avere un dirigente straordinariamente connesso politicamente nella tua squadra”, ha detto.

Il fallimento di Robinhood avrebbe potuto avere gravi conseguenze anche per il più ampio sistema finanziario.

“Non c’è davvero un precedente per il fallimento di un’azienda come Robinhood”, afferma Gellasch. “L’improvviso crollo di un broker-dealer con milioni di account potrebbe facilmente essere stata la scintilla che ha innescato una più ampia perturbazione del mercato”.

James Tierney, professore di diritto dei titoli presso l’Università del Nebraska College of Law ed ex avvocato della SEC, afferma che, sebbene l’inadempienza sia una grande minaccia per i piccoli broker, Robinhood sembrava fiducioso che fosse, in un certo senso, troppo grande per fallire.

“Mi ricorda il vecchio detto, ‘Se devi un milione di dollari alla banca, questo è un tuo problema, ma se devi un miliardo di dollari alla banca, è un problema loro'”, dice.

In un messaggio interno ottenuto dal comitato del Congresso, il presidente e COO di Robinhood David Dusseault ha detto a un collega che la società sarebbe stata in grado di soddisfare i requisiti della stanza di compensazione. “Dobbiamo farlo [sic] grande per loro per chiuderci davvero “, ha scritto.

In un’e-mail a Quartz tramite un portavoce, il vice consigliere generale di Robinhood Lucas Moskowitz afferma che il rapporto d’indagine della commissione della Camera non è “nulla di nuovo, confermando ancora una volta che gennaio 2021 è stato un evento straordinario, una volta in una generazione, che ha stressato tutti gli stakeholder del mercato”.

Sei mesi dopo, nel luglio 2021, Robinhood è diventata pubblica, raccogliendo altri quasi 2 miliardi di dollari per le sue casse.

Add Comment