Rapporto e punti salienti delle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2022: Sainz batte Verstappen per conquistare la pole inaugurale nelle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna sul bagnato

Un giro magistrale in una qualifica sul bagnato del Gran Premio di Gran Bretagna ha visto Carlos Sainz della Ferrari conquistare la sua prima pole position in Formula 1, battendo la Red Bull di Max Verstappen, che aveva condotto gran parte della sessione.

La pioggia aveva iniziato a cadere su Silverstone pochi minuti prima dell’inizio delle qualifiche, con Verstappen in testa sia alla Q1 che alla Q2. Verstappen era poi in testa alla Q3 negli ultimi momenti quando Sainz ha scatenato il suo ultimo giro per fermare i cronometri a 1m 40.983 e prendere la P1 con uno sforzo che ha descritto incredulo come “terribile”. Nel fine settimana della sua 150a partenza in Gran Premio, però, terribile è andato davvero molto bene.

Sainz aveva 0,072 secondi di vantaggio su Verstappen, con Leclerc P3, 0,315 dal suo compagno di squadra: sia Leclerc che Verstappen avevano subito rotazioni in Q3 durante giri promettenti.

Sergio Perez è stato P4 nella seconda Red Bull, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton, con Lando Norris P6, mentre Fernando Alonso e George Russell hanno completato i primi otto. Zhou Guanyu era P9, mentre Nicholas Latifi è sopravvissuto a un’uscita spaventosa alla curva 1 per prendere P10, alla sua prima apparizione in assoluto in Q3.

1


Carlo
Sainz
SAI
Ferrari
1:40.983
2


Massimo
Verstappen
VER
Red Bull Racing
1:41.055
3


Carlo
Leclerc
LEC
Ferrari
1:41.298
4


Sergio
Perez
PER
Red Bull Racing
1:41.616
5


Lewis
Hamilton
PROSCIUTTO
Mercedes
1:41.995

Pierre Gasly era P11 per AlphaTauri, davanti alla seconda Alfa Romeo di Valtteri Bottas e al compagno di squadra di Gasly Yuki Tsunoda, con Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon che sono caduti in difficoltà per il peggioramento delle condizioni in Q2 e non sono riusciti a farcela, prendendo P14 e P15.

Non riuscendo a uscire dalla Q1, nel frattempo, Alex Albon era P16 – nonostante fosse equipaggiato con l’ampio pacchetto di upgrade della Williams, che Latifi non aveva – mentre sia Haas che Aston Martins sono usciti anche nel primo segmento, l’ordine di Kevin Magnussen in P17, davanti a Sebastian Vettel, Mick Schumacher e Lance Stroll.

Sainz ha finalmente ottenuto la prima pole position in assoluto. Ma la prima vittoria può arrivare domenica, su una pista di Silverstone che adora? Sintonizzati per scoprirlo.

Momenti salienti delle qualifiche: Gran Premio di Gran Bretagna

É SUCCESSO

Q1 – Sia Haas che Aston Martins si ritirano mentre la pioggia bagna la pista di Silverstone

A soli 10 minuti dall’inizio delle qualifiche, una truppa di nuvole di pioggia britanniche sempre affidabili ha vomitato il proprio contenuto sul circuito di Silverstone, provocando un tuffo per tutte le squadre sulle gomme intermedie e un intenso ingorgo prima del semaforo verde mentre i piloti hanno cercato di ottenere un giro in banca sul tabellone nel caso in cui la pioggia si fosse intensificata.

Come è successo, la pioggia è effettivamente diminuita durante il segmento di apertura, una linea più asciutta è apparsa attorno all’iconica pista di 3,6 miglia mentre Verstappen ha stabilito il primo punto di riferimento con un 1m 40.452, migliorando a 1m 39.975s un tour dopo, 0.655s di distanza da Leclerc.

La domanda ora era: la pista sarebbe migliorata abbastanza da consentire alle squadre di montare le slick? Ma alla fine, mentre la pista stava migliorando, non stava migliorando abbastanza per le gomme senza battistrada.

Con il tempo che si era fermato a zero nei 18 minuti di apertura delle qualifiche, Leclerc ha risposto a Verstappen per rivendicare brevemente il primo posto, solo per un sublime giro del settore tutto viola da Verstappen che lo ha visto segnare un 1m 39.129s, 0.717s in più sul monegasco, quando George Russell si è piazzato P3, a 0.899 dal ritmo finale, davanti a Sainz, Hamilton e Perez.

In fondo all’ordine, Daniel Ricciardo rischiava un’imbarazzante uscita dalla Q1 sulla scena del suo debutto in F1 11 anni fa, prima che uno sforzo dell’ultimo respiro lo portasse a un eventuale P14. Alla Williams, e nonostante non fosse attrezzato con la significativa serie di aggiornamenti del suo compagno di squadra, Nicholas Latifi è arrivato in Q2 per la prima volta in questa stagione in P15, con Alex Albon fuori in P16 di 0,080 e lamentando la strategia della Williams di utilizzare cool- giri giù piuttosto che continuare a circolare duro.

Il tempo rifletteva lo stato d’animo di Haas e Aston Martin, nel frattempo, poiché le due squadre hanno perso entrambe le vetture in Q1, Vettel ha espresso la sua triste frustrazione per una serie di colpi al volante.

Eliminati: Albon, Magnussen, Vettel, Schumacher, Stroll


Albon fece un bagno presto

Q2 – Latifi esordisce in Q3 a spese di Ocon e Ricciardo

Tutti ora stavano cercando di avere un’idea di cosa avrebbe fatto il tempo durante il resto delle qualifiche, con le onde radio piene di ingegneri che offrivano opinioni meteorologiche diverse…

Come si è scoperto, la pioggia sarebbe aumentata costantemente durante la Q2, il che significa che i piloti che hanno fatto un buon giro sul tabellone in anticipo avrebbero avuto un netto vantaggio. Verstappen ha aperto la strada ancora una volta, con un giro di 1 metro e 40.655 che era di circa un secondo e mezzo più lento di quanto fosse riuscito in Q1, con Hamilton – qualcuno che sa una cosa o due sul girare Silverstone sul bagnato – che si è piazzato in P2, 0.407 è spento.

Con la bandiera a scacchi sventolante per la Q2, i tempi erano un mare di giallo, nessuno dei piloti nelle ultime cinque zone di eliminazione ha migliorato i propri sforzi finali. Ciò significava che Esteban Ocon si è ritrovato in P15, una posizione sotto la McLaren di Ricciardo. Entrambi gli AlphaTauris si sono ritirati anche se, viste le difficoltà di ritmo di questo fine settimana, l’11° posto per Gasly e il 13° per Tsunoda potrebbero non essere una cosa così negativa, con Bottas 12°.

Nicola Latifi era uno dei piloti a segnare un solido primo giro – ed è stato abbastanza buono da portare il pilota Williams sotto pressione in Q3 per la prima volta nella sua carriera, quando ha preso la P10 appena dietro Zhou Guanyu, il pilota cinese ha continuato la sua corsa impressionante come unica Alfa nella top 10.

Quindi, c’erano entrambe le Red Bull, sia le Ferrari che le Mercedes nella Q3, affiancate da Norris della McLaren, Alonso dell’Alpine e dai già citati Zhou e Latifi.

Eliminati: Gasly, Bottas, Tsunoda, Ricciardo, Ocon


1406375607

Ricciardo si è ritirato nella Q2 quando Norris è riuscito a passare

Q3 – Sainz conquista la prima pole position mentre Verstappen e Leclerc girano

Gli interni sono rimasti i pneumatico del giorno per la Q3, mentre le voci di un ulteriore acquazzone che si aggiungeva al mizzle esistente sono state ascoltate dalla radio del team mentre i piloti si dirigevano sulla pista scivolosa di Silverstone. Ancora una volta, a quanto pareva, era necessario un giro da banchiere.

Verstappen sembrava ne stesse impostando uno, quando è andato in testacoda uscendo da Stowe, la sua RB18 eseguendo una piroetta ordinata. Era turbato? No, poiché ha poi messo a segno due settori viola sulla strada per il P2, prima di migliorare al suo secondo sforzo per stabilire un 1m 42.966. “Prevista altra pioggia, continua a spingere”, è stato detto a Verstappen, e l’olandese ha tenuto debitamente il piede dentro e ha continuato a girare.

A due minuti dalla fine, è stato Verstappen di Hamilton e Leclerc, quei tre pronti a battersi per il bottino di qualificazione. Ma poi dal nulla è arrivato Sainz, che aveva volato sotto il radar sin da quando era in testa alle FP2 venerdì pomeriggio. E visto che il tempo era passato a zero, Sainz ha preso la bandiera a scacchi con un giro abbastanza buono per la pole provvisoria.

Verstappen e Leclerc stavano andando rapidamente dietro, ma poi Leclerc è andato in testacoda alla curva 14, con bandiere gialle che hanno costretto Verstappen a sollevare e cedere la pole position a Sainz.

Quando lo spagnolo è stato informato del suo trionfo, ha risposto incredulo: “Sono stato terribile là fuori! Come ho ottenuto la P1?!”

“L’hai tenuto insieme come un operatore regolare!” rispose ridendo il suo ingegnere.

Qualifiche GP di Gran Bretagna 2022: Carlos Sainz ottiene la sensazionale pole inaugurale a Silverstone

Cue scene estatiche nel garage della Ferrari mentre la Scuderia ha festeggiato la sua popolare carica spagnola. Verstappen era abbastanza soddisfatto da accontentarsi della seconda posizione, l’uomo in forma durante le qualifiche ha perso solo 0,072 secondi quando Leclerc è arrivato terzo, davanti a Perez.

Hamilton sembrava minacciare una partenza in prima fila, ma alla fine è stato “sventrato” per prendere il quinto posto all’ottavo del compagno di squadra Russell in una giornata che la Mercedes ha ammesso essere stata un po’ deludente, data la loro serie di aggiornamenti per la W13.

Tra le Silver Arrows c’erano un “molto soddisfatto” Lando Norris e Fernando Alonso. Zhou Guanyu è stato un discreto nono, mentre un grande testacoda di Latifi alla curva 1 nella Q3, da cui il canadese è stato fortunato a scappare senza danni, lo ha lasciato alla fine 10°.


1406377698

Sainz si è congratulato con il campione del 1992 Nigel Mansell

Citazione chiave

“Prima di tutto, grazie a tutta la folla per il tifo e grazie a tutti per essere rimasti là fuori con questa pioggia. Spagnoli, lottiamo un po’ di più con questa pioggia, ma potete dire che voi ragazzi ci siete abituati. Grazie per essere lì, è stato un buon giro, ma stavo lottando con l’acqua stagnante – sulle intermedie c’era molta più acqua stagnante sulla traiettoria. È stato molto facile ottenere scatti.

“Alla fine ho messo insieme un giro che pensavo non fosse niente di speciale, ma l’ho messo sul tabellone e ho visto com’è. Pole position, è stata un po’ una sorpresa… Se mi baso sul mio ritmo nelle FP2 allora dovremmo essere in una buona posizione per cercare di mantenerlo. Sono sicuro che Max e Charles metteranno molta pressione, ma farò del mio meglio, ovviamente” – Carlos Sainz, Ferrari

Qual è il prossimo?

Il Gran Premio di Gran Bretagna si svolgerà alle 1500 ora locale di domenica 3 luglio. Lewis Hamilton è alla ricerca di quella che sarebbe la nona vittoria record di tutti i tempi in una pista di F1, e quella di casa per l’avvio. Può tirarlo fuori? O sarà Carlos Sainz a rivendicare la sua prima vittoria in assoluto? Non vediamo l’ora di scoprirlo.

Add Comment