Musk continua a sostenere falsamente che il tweet “Finanziamenti garantiti” era accurato, viene detto al giudice

Immagini Getty | NurPhoto

L’azionista che ha citato in giudizio Elon Musk e Tesla per il famigerato tweet “Finanziamenti garantiti” di Musk sta cercando un ordine restrittivo temporaneo per impedire a Musk di continuare a sostenere pubblicamente che il tweet del 2018 era accurato. L’attore principale che rappresenta una classe di azionisti di Tesla afferma che un giudice federale ha già stabilito che il tweet di Musk era falso, sebbene quella sentenza non sia stata ancora svelata.

“Come questa Corte ha stabilito nella sua recente ordinanza di concessione della mozione del querelante per un giudizio sommario parziale, queste dichiarazioni di Musk erano false e fuorvianti e che Musk ha fatto queste false dichiarazioni incautamente e con piena consapevolezza dei fatti che ha travisato nei suoi tweet”, ha affermato il deposito di venerdì nella causa collettiva presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California.

L’ordine è stato emesso sotto sigillo, secondo un’altra dichiarazione del tribunale.

«La richiesta di provvedimento cautelare allude ad una precedente pronuncia del giudice [Edward] Chen che è attualmente sotto sigillo perché si riferisce a prove che il team di Musk considerava riservate”, ha scritto la CNBC. “Prevediamo che l’ordine sarà pubblicato presto”, ha detto alla CNBC Adam Apton di Levi & Korsinsky, consulente legale della classe di Gli azionisti di Tesla fanno causa a Musk e Tesla.

In una precedente sentenza che ha consentito alla causa di andare avanti, Chen nell’aprile 2020 ha ritenuto che “l’attore [Glen Littleton] ha adeguatamente dichiarato che il signor Musk ha rilasciato dichiarazioni false o materialmente fuorvianti nell’ambito del suo ruolo di CEO di Tesla, con la consapevolezza delle inesattezze delle sue dichiarazioni o è stato, almeno, deliberatamente sconsiderato quando ha fatto tali divulgazioni pubbliche”.

Musk ha tempo fino al 20 aprile per presentare una risposta alla mozione per un’ordinanza restrittiva temporanea. In un’apparizione pubblica la scorsa settimana, Musk ha affermato che il tweet era accurato e ha definito “bastardi” la Securities and Exchange Commission.

“Nessuna giuria ragionevole potrebbe trovare accurati i tweet di Musk”

La corte ha emesso l’ordinanza il 1 aprile ed è stata ricevuta dalle parti nel caso il 10 aprile. Allo stesso modo, dato che Musk era intimamente coinvolto nei fatti che portavano a tale conclusione, la Corte ha anche ritenuto di aver reso incautamente le dichiarazioni con la consapevolezza della loro falsità”, si legge nel deposito dell’attore.

Se concesso, l’ordine restrittivo temporaneo richiesto impedirebbe a Musk “di parlare con la stampa, i media, le notizie e altri organi pubblici di questo caso o dei fatti sottostanti fino alla fine del processo”. I continui commenti pubblici di Musk che affermano che il suo tweet “Finanziamento assicurato” era accurato potrebbero pregiudicare una giuria, ha affermato il deposito del querelante.

“Le ampie interviste ai media preliminari di Musk rappresentano un chiaro pericolo e un serio rischio per un processo equo perché attirano pubblicità preliminare, avvelenano la giuria e influenzano l’esito alla vigilia del processo”, hanno scritto.

Musk e Tesla si stabilirono con la SEC

Il 7 agosto 2018, Musk twittato, “Sto pensando di prendere Tesla privata a $ 420. Finanziamenti assicurati”. La SEC ha citato in giudizio il CEO di Tesla per quel tweet e altri sullo stesso argomento, sostenendo che “Musk non aveva nemmeno discusso, tanto meno confermato, i termini chiave dell’accordo, incluso il prezzo, con qualsiasi potenziale fonte di finanziamento”.

Musk e Tesla si accordarono rapidamente con la SEC, accettando di pagare 20 milioni di dollari ciascuno in sanzioni per risolvere la denuncia della SEC e per imporre controlli sulle dichiarazioni di Musk sui social media. Nell’annuncio dell’accordo, la SEC ha affermato che “i tweet fuorvianti di Musk” sulla presa di Tesla privata hanno causato un balzo del prezzo delle azioni “e hanno portato a una significativa interruzione del mercato”.

La causa degli azionisti rappresenta le persone che hanno acquistato o venduto azioni Tesla dal 7 agosto al 17 agosto 2018 e afferma che Musk “caus[ed] miliardi di dollari di danni agli investitori Tesla” rilasciando dichiarazioni che sapeva essere false.

Add Comment