Il deposito SEC di Twitter sulla “pillola velenosa” di Musk include un altro riferimento al piatto “420”.

Lunedì il consiglio di amministrazione di Twitter ha portato la sua battaglia “alta” con Elon Musk a un altro livello, sembrando inserire un riferimento “420” alla cannabis in un deposito della SEC che descrive in dettaglio la sua misura di “pillola velenosa” contro l’offerta pubblica di acquisto del miliardario.

Il deposito di Twitter includeva una ripartizione dettagliata del suo “piano per i diritti degli azionisti”. La tattica difensiva mira a limitare la capacità di Musk di acquisire una quota maggiore nella società rendendo disponibili per l’acquisto azioni Twitter scontate se Musk supera il 15% di proprietà, diluendo di fatto la sua posizione.

Secondo il deposito, se Musk o un altro azionista dovessero superare una quota del 15%, altri azionisti possono esercitare il diritto di pagare $ 210 per acquisire più azioni della società.

Il deposito rileva che le azioni acquistate al “prezzo di esercizio” di $ 210 avranno “un valore di mercato in quel momento pari al doppio del prezzo di esercizio” – o $ 420.

Non è chiaro se il consiglio di amministrazione di Twitter intendesse fare il riferimento, che è stato individuato per la prima volta da L’editorialista di Bloomberg Matt Levine. Il numero “420” ha un significato specifico per i fumatori di erba e per Musk, che ha inserito la cifra nelle sue proposte di acquisto in più di un’occasione.

Twitter non ha immediatamente restituito la richiesta di commento di The Post sul deposito.

La scorsa settimana, Musk ha rivelato di essersi offerto di acquistare Twitter a titolo definitivo per circa $ 43 miliardi, o $ 54,20 per azione. Gli utenti dei social media si sono subito resi conto del fatto che il miliardario ha fatto un’altra battuta sull’erba.

“Mi offro di acquistare il 100% di Twitter per $ 54,20 per azione in contanti, un premio del 54% il giorno prima che iniziassi a investire in Twitter e un premio del 38% il giorno prima che il mio investimento fosse annunciato pubblicamente”, ha detto Musk in un lettera al presidente del consiglio di Twitter Bret Taylor che descrive in dettaglio l’offerta.

E nei giorni prima che l’accordo di Musk per prendere posto nel consiglio di amministrazione di Twitter andasse in pezzi, il CEO di Tesla ha scherzato sul fumare erba durante le riunioni aziendali, pubblicando un meme da una famigerata apparizione del 2018 su “The Joe Rogan Experience” in cui lui e l’ospite del podcast condiviso un comune.

“La prossima riunione del consiglio di Twitter si accenderà”, diceva il meme.

Twitter ha adottato una misura di “pillola velenosa” per difendersi dall’offerta pubblica di acquisto di Elon Musk.
Associated Press

Un precedente riferimento “420” ha portato a problemi legali per Musk. Nell’agosto 2018, il miliardario ha twittato che stava “considerando di prendere in considerazione Tesla privata a $ 420” con “finanziamenti assicurati”. A quel tempo, Tesla stava attraversando problemi finanziari che minacciavano di portare al fallimento.

Il tweet ha spinto la SEC a citare in giudizio Musk per presunte dichiarazioni false o fuorvianti. In una successiva dichiarazione in tribunale, l’agenzia ha affermato che l’uso di “$ 420” da parte di Musk era un riferimento all’erba destinato a impressionare la sua ragazza occasionale, la pop star elettronica Grimes.

In una dichiarazione in tribunale venerdì scorso, gli azionisti di Tesla che hanno citato in giudizio Musk per il tweet hanno affermato che un giudice aveva concordato con le loro affermazioni di aver fatto consapevolmente false affermazioni riguardo al finanziamento.

Nel frattempo, il consiglio di Twitter deve ancora decidere se accettare l’offerta di Musk. La prospettiva di lavorare per il miliardario ha irritato molti degli attuali dipendenti della piattaforma di social media.

“Il consiglio ha adottato l’accordo sui diritti per proteggere gli azionisti da tattiche di acquisizione coercitive o altrimenti ingiuste”, ha affermato Twitter nel suo deposito. “In termini generali, funziona imponendo una sanzione significativa a qualsiasi persona o gruppo che acquisisce il 15 percento o più delle azioni ordinarie senza l’approvazione del Consiglio”.

Musk ha invitato il consiglio ad aprire la decisione agli azionisti, sostenendo che sarebbe “assolutamente indifendibile” se i dirigenti dell’azienda ignorassero la volontà pubblica nel fare la loro scelta.

Il consiglio di Twitter ha anche affrontato le critiche dell’ex CEO Jack Dorsey, che ha criticato l’entità per aver causato “disfunzioni” nell’azienda.

.

Add Comment