I critici fanno un nuovo film basato sulla fede “Father Stu”, ma il pubblico lo adora

I critici e il pubblico in generale sono in disaccordo sul nuovo film basato sulla fede “Father Stu”, uscito nelle sale la scorsa settimana.

Almeno 75 critici cinematografici hanno valutato collettivamente il film cattolico con un triste 44% di valutazione, secondo il popolare sito web di recensioni Rotten Tomatoes. Il pubblico, d’altra parte, ha elogiato il film come un clamoroso successo, con oltre 500 recensioni con una valutazione media del 95%.

Il film conduce gli spettatori attraverso la vita di padre Stuart Long, pugile dilettante in difficoltà, diventato sacerdote cattolico, che soffriva di un raro disturbo muscolare degenerativo e incurabile chiamato miosite da corpi inclusi. I critici, chiaramente, non erano convinti dell’adattamento cinematografico.

“Questo film biografico mal concepito e spesso irritante tira fuori ogni castagna di genere stantio mentre si concentra su un personaggio principale implacabilmente antipatico che si presenta come un prepotente testardo e polemico”, si è lamentato Jeffrey M. Anderson di Common Sense Media.

Monti Lee Stormer di Movie Reelist ha deriso: “Il messaggio sembra essere ‘Alla fine, Stu è diventato un prete e tutti hanno applaudito'”.

“La sua narrazione goffa e inerte sembra meno interessata a convertire i non credenti che a convincerci della devozione di Wahlberg”, ha detto il critico del Washington Post Michael O’Sullivan.

James Verniere del Boston Herald ha detto che gli attori Mark Wahlberg e Mel Gibson hanno avuto le loro interpretazioni “bloccate” dalla “sceneggiatura mediocre della regista esordiente Rosalind Ross”, che è la fidanzata di Gibson, aggiungendo che il film è “una noia totale”.

Il grande pubblico, tuttavia, ha apprezzato il fatto che il film fosse “un piacevole cambiamento” rispetto a “tutti gli altri film disponibili” con “un’eccellente recitazione” e un “messaggio profondo”.

“Un ottimo messaggio e la straordinaria performance di attori e attrici ci insegna come essere tolleranti e persistenti allo stesso tempo”, ha affermato una recensione del pubblico.

“Sacerdote umanizzato e vita di fede riconoscibile altamente raccomandato!” ha scritto un recensore di nome Alison. “Guarderò di nuovo!”

“Assolutamente amato questo film”, ha commentato un utente di nome Brian D.. “Continua a portarci questo tipo di film che ci elevano e ci ispirano a essere anime migliori su questa terra. Grazie.”

“Film assolutamente godibile. Mark Wahlberg è stato eccellente come al solito. L’intero cast è stato fantastico”, ha detto un’altra recensione. “Lo consiglierei a chiunque voglia godersi una storia di vita reale di qualcuno che riesce dopo molte avversità.”

Pomodori marci

Nonostante la reazione della critica, “Father Stu” ha significato molto per gli attori cattolici Wahlberg e Gibson; il primo ha finanziato privatamente il progetto e il film è stato scritto e diretto dalla fidanzata di Gibson, Rosalind Ross.

Inoltre, il film sembra essere un segnale di ciò che verrà da Wahlberg.

“Sento che questo sta iniziando un nuovo capitolo per me in quanto, ora, fare cose come questa – vera sostanza – può aiutare le persone”, ha detto l’attore 50enne a Entertainment Tonight. “Voglio assolutamente concentrarmi sul fare di più. Non direi necessariamente solo contenuti basati sulla fede, ma cose che aiuteranno le persone. Quindi, si spera che questo film apra una porta non solo a me stesso, ma a molte altre persone a Hollywood per creare contenuti più significativi”.

Wahlberg ha aggiunto che sarà “prima piuttosto che dopo, probabilmente”, che lascerà Hollywood.

Gibson ha detto a Fox News di aver capito da tempo che c’è una “vera sete” di contenuti basati sulla fede, riferendosi al grande successo “La passione di Cristo”, che è stato co-scritto e diretto dall’attore.

“Sai, ho avuto un’esperienza piuttosto grande con ‘The Passion'”, ha detto. “È stato un viaggio interessante per capire che c’è una vera sete per questo tipo di contenuti là fuori. Le persone lo vogliono e rispondono bene ad esso. Quindi è un privilegio far parte di quella consegna”.

“Penso che ‘Padre Stu’ lo offra”, ha continuato Gibson. “È un po’ diverso. Non lo definirei davvero un film basato sulla fede, ma penso che colga tutte quelle voglie che la comunità vuole. Ma allo stesso tempo, non è predicare al coro. Ha le bombe F, quindi devi resistere a quelle cose per arrivare al gioiello.

Relazionato: Anche i critici odiano davvero il remake di “Cenerentola”: “Level Of Badness” non ha eguali

Relazionato: Sono arrivate le recensioni Standup di “Rotten Tomato” di Dave Chappelle. Sono esattamente quello che ti aspetteresti.

Relazionato: Ecco cosa dicono i critici sull’ultimo speciale comico anti-PC di Bill Burr

Il Daily Wire è una delle società di media conservatrici in più rapida crescita in America per le ultime notizie, i reportage investigativi, lo sport, i podcast, l’analisi approfondita, i libri e l’intrattenimento per un motivo: perché crediamo in ciò che facciamo. Crediamo nel nostro Paese, nel valore della verità e nella libertà di dirla, e nel diritto di sfidare la tirannia ovunque la vediamo. Credi lo stesso? Diventa un membro ora e unisciti alla nostra missione.

Add Comment