I comandanti di Washington negano fermamente la cattiva condotta finanziaria in una lettera alla Federal Trade Commission

I comandanti di Washington lunedì hanno fortemente contestato le affermazioni di irregolarità finanziarie in una lettera alla Federal Trade Commission, esponendo il motivo per cui non dovrebbero esserci indagini da parte dell’istituzione governativa.

La lettera di 22 pagine – scritta dall’avvocato del team Jordan Siev, indirizzata al presidente della FTC Lina M. Khan e ottenuta da ESPN – ha confutato le accuse dell’ex dipendente del team Jason Friedman secondo cui il team si era impegnato in pratiche finanziarie nefaste, con un impatto sui consumatori e sul NFL, per aumentare le loro entrate. Oltre alla lettera, c’erano 83 pagine di dichiarazioni giurate firmate, e-mail e testi.

Paul Szczenski, l’ex direttore delle finanze della squadra per più di otto anni, ha dichiarato in una dichiarazione giurata firmata che: “Posso affermare inequivocabilmente che non ho mai aiutato a mantenere, o visto nessun altro mantenere, una ‘seconda serie’ di libri'”. è stato uno dei tre ex alti funzionari della squadra che hanno presentato dichiarazioni giurate firmate.

Questi punti sono stati sottolineati dal Comitato della Camera per la supervisione e la riforma in una lettera alla FTC la scorsa settimana, evidenziando le accuse avanzate da Friedman, che ha trascorso 24 anni nella biglietteria dell’organizzazione come vicepresidente delle vendite e del servizio clienti. È stato licenziato nell’ottobre 2020, due mesi dopo che Jason Wright ha assunto la carica di presidente della squadra.

La FTC ha riconosciuto di aver ricevuto la lettera, ma in genere non afferma se indagherà sulla questione. Potrebbe anche essere consegnato ai procuratori generali del Maryland, Washington, DC e Virginia; tutti sono stati copiati nella lettera alla FTC.

La lettera di Washington ha definito le affermazioni di Friedman “infondate” oltre che “false e spericolate” e basate su “pura speculazione”, secondo Mitch Gershman, l’ex direttore operativo di Washington, che ha lasciato la squadra nel 2015 ma cinque anni dopo è stato accusato da ex dipendenti di molestie sessuali in un articolo del Washington Post. Gershman e altri hanno affermato che Friedman era fuori dal giro perché non lavorava nel reparto contabilità e quindi non era al corrente di tutte le discussioni finanziarie. Friedman ha lavorato allo stadio della squadra a Landover, nel Maryland, a circa un’ora dagli impianti di allenamento di Ashburn, in Virginia, dove secondo la lettera lavoravano i dipartimenti finanziari e contabili.

Inoltre, la lettera diceva che il comitato non ha mai dato alla squadra la possibilità di rispondere alle accuse di Friedman. Ha anche dipinto Friedman come un ex dipendente scontento che, fino a poco tempo fa, aveva fatto pressioni su diverse persone nell’organizzazione, incluso Wright, tramite e-mail e SMS per consentirgli di tornare, inviando anche una lettera al proprietario Dan Snyder dopo il suo licenziamento nell’ottobre 2020 lodandolo.

A gennaio, ha detto a Wright via e-mail: “Ho avuto un anno per riflettere sulle mie mancanze passate. Ho imparato e provo rimorso per queste carenze. Se mi accogliessi, sarei di nuovo lì per aiutare a un attimo di preavviso.”

Friedman ha affermato che l’organizzazione aveva classificato consapevolmente le entrate dei biglietti per soli posti in piedi per le partite di Washington come entrate raccolte dalle partite e dai concerti del college, consentendo loro così di intascare i soldi e non condividere una parte con la NFL. Ha anche affermato di non aver rimborsato i depositi cauzionali sugli abbonamenti, sostenendo che avrebbe colpito 2.000 clienti per un costo di $ 5 milioni.

Ma la lettera di Washington dice che ha la prova che non ha dirottato le entrate dalle partite della NFL ad altri eventi. Friedman aveva prodotto un’e-mail del 6 maggio 2014 con Stephen Choi, l’allora capo contabile di Washington, che richiedeva aiuto per l’elaborazione di ulteriori vendite di biglietti e entrate.

L’e-mail affermava che Friedman addebitava $ 55 per biglietto, ma il prezzo era di $ 44 nel sistema. La differenza verrebbe cancellata come tasse di licenza fasulle. Secondo l’e-mail, Choi gli ha ordinato di applicare il “succo” da quei $ 11 in più per biglietto alla partita Navy-Notre Dame che si terrà quello stesso anno. Friedman ha detto che “succo” era un termine per entrate nascoste per la squadra. La lettera di Washington affermava che “succo” era il gergo per “un aumento delle entrate”.

Le squadre sono tenute a condividere il 40% delle loro entrate con le altre 31 squadre. Ma il gioco del college era considerato un reddito non condivisibile, il che significava che Washington avrebbe ricevuto altri $ 162.360 senza perdere una parte del pool di compartecipazione alle entrate.

La lettera di Washington affermava che Choi aveva inoltrato questa e-mail ai contabili, eliminando Friedman dalla catena. In un’e-mail di agosto, Trey Flythe, allora indicato come manager nel dipartimento finanziario dei biglietti della squadra, ha detto a Choi e Szczenski che “il canone della Marina è stato spostato a 14RedRev”. Ciò significava che ora erano considerate le entrate dei Redskins del 2014; l’e-mail includeva uno screenshot della contabilità per l’importo di $ 162.360 elencato in 14RedRev.

La lettera ha anche sottolineato che la squadra è soggetta a audit annuali da parte di una società esterna, BDO, e ogni diversi anni da un revisore dei conti della NFL, Ernst & Young. Friedman ha affermato che le entrate provenienti da eventi non NFL al FedEx Field non erano soggette a tali audit. La lettera di Washington dice che non è vero.

Nella sua dichiarazione giurata, Szczenski ha affermato, “non c’erano categorie di eventi che sono stati ‘esclusi’ da audit esterni; concerti, partite di football del college e partite di calcio facevano tutti parte dei rendiconti finanziari sottoposti a revisione della squadra e tutti potevano essere sottoposti a controllo da parte di i revisori dei conti». L’ex consigliere generale David Donovan ha detto lo stesso nella sua dichiarazione giurata.

La lettera dice anche che il Comitato non avrebbe dovuto fare affidamento sulla testimonianza di Friedman riguardo a quando si è verificato il presunto schema di compartecipazione alle entrate. Friedman ha detto che si è verificato “principalmente dal 2010 al 2015”. La lettera di Washington afferma che la squadra aveva una rinuncia di $ 27 milioni dalla NFL che limitava la condivisione delle entrate perché stava pagando per progetti approvati nel 2013 e terminati due anni dopo. La lettera dice che questa rinuncia era nota nel dipartimento di contabilità e finanza del team, ma “all’insaputa di Friedman”. Prima di allora, Washington aveva una rinuncia di 15 anni che si è conclusa nel 2012 perché aveva pagato lo stadio stesso.

La lettera dice anche che Friedman si sbagliava su come il team gestiva i depositi cauzionali. Ha affermato dopo che Snyder ha acquistato la squadra nel 1999 che la squadra ha creato barriere artificiali per rendere difficile per i consumatori raccogliere depositi di sicurezza. Oppure prendevano di mira i depositi di persone che si erano dimenticate di averne fatto uno o di coloro che hanno ereditato i posti e non ne sapevano l’esistenza. Ha detto che con i conti aziendali, il nome sull’accordo potrebbe cambiare nel tempo e, ancora una volta, la nuova persona potrebbe non essere a conoscenza del deposito iniziale. Friedman ha affermato che i dirigenti del team hanno detto ai dipendenti di rendere difficile per i clienti ricevere i loro depositi aumentando i passaggi necessari per ricevere il denaro. Alcuni depositi sono stati restituiti.

Inoltre, Friedman ha notato al Comitato che la squadra ha smesso di addebitare depositi cauzionali un anno dopo che Snyder è diventato proprietario. Donovan, che ha lasciato la squadra nel 2011, ha detto che Friedman non gli ha mai portato queste accuse. Nella sua dichiarazione giurata, Szczenski ha affermato che gli unici depositi convertiti in entrate si sono verificati quando un cliente non ha rispettato il contratto. Ha detto in un arco di 10 anni che ha portato a $ 200.000 in più di entrate.

La lettera includeva anche una copia di una lettera che l’organizzazione ha inviato ai clienti nel 2014, informandoli che avrebbero potuto avere diritto a un rimborso in base al saldo residuo. Comprendeva caselle per verificare se il nome e l’indirizzo sull’account erano corretti. Conteneva anche un indirizzo a cui rispedire la lettera per riscuotere il rimborso, nonché un indirizzo e-mail a cui i clienti potevano inviare.

Inoltre, la lettera afferma che la proprietà non reclamata della squadra, compresi i depositi cauzionali, è stata esaminata nel 2014 dalla Divisione proprietà non reclamate del Dipartimento del Tesoro della Virginia, che aveva pieno accesso alle informazioni sul deposito cauzionale della squadra. Dopo la revisione, il dipartimento non ha raccomandato ulteriori azioni, ma ha invece chiesto di pagare $ 7.330,15 in fondi non reclamati allo stato come “proprietà abbandonata”.

Infine, la lettera diceva che il team non approvava la pratica di Friedman di vendere biglietti di ammissione generale ai broker nel 2009.

Friedman aveva affermato al Comitato di essere stato nominato colpevole di questa pratica, dicendo loro che Choi e Gershman gli avevano detto di travisare la loro situazione del biglietto. Friedman ha detto che avrebbe detto ai potenziali clienti che non erano disponibili biglietti per l’ingresso generale e li avrebbe spinti ad acquistare posti a livello di club. Secondo la lettera, nel 2009 non esisteva una politica della NFL contro la vendita ai broker di biglietti. Inoltre affermava che nessuno dei contratti stipulati da Friedman era stato approvato dall’ufficio finanziario o legale della squadra. La lettera affermava che Friedman usava un timbro di gomma della firma di Gershman, permettendogli di “mantenere segreti gli accordi”.

“Quando [Snyder] è stato informato, non era felice”, ha detto Gershman nella sua dichiarazione giurata. “Ha ordinato a me e ad altri dirigenti di alto livello di annullare immediatamente i contratti e abbiamo trascorso mesi a negoziare con i broker per annullare gli accordi per quanto possibile. Non avrebbe avuto senso per il signor Snyder aver ordinato a queste vendite di broker di tornare indietro e annullarle in seguito, con un notevole costo finanziario per il Team”.

Donovan ha detto nella sua dichiarazione giurata di aver raccomandato a Snyder di licenziare Friedman dopo questo incidente. Friedman ha affermato che invece di essere licenziato, ha ricevuto un aumento.

.

Add Comment