Cincinnati Reds scontento di Luke Voit per la diapositiva “sporca” su Tyler Stephenson

I Reds sono arrabbiati con lo slugger dei Padres Luke Voit per la sua collisione a casa base che ha lasciato il ricevitore di Cincinnati Tyler Stephenson con una commozione cerebrale martedì sera a San Diego.

“Il modo in cui le sue mani lo hanno colpito, era sporco da morire”, ha detto ai giornalisti Tommy Pham, esterno dei Reds. “Non mi piace per niente. Il modo [Voit’s] mani colpite [Stephenson] in faccia, era sporco.

“Se Luke vuole sistemare le cose, mi ci metto davvero bene. Qualunque cosa — Muay Thai, qualunque cosa. Ho un [gym] proprietario qui che mi permetterà di utilizzare la sua struttura.”

Voit ha sbattuto contro Stephenson mentre cercava di segnare dal primo sul doppio del primo inning di Jurickson Profar. Mentre entrava nella sua diapositiva, Voit alzò le braccia e poi le fece cadere con forza nella testa di Stephenson mentre atterrava.

Stephenson ha tenuto la palla per l’eliminazione, ma è rimasto a terra per diversi minuti. È riuscito a raggiungere la panchina ma non è tornato in gioco.

“Non ho avuto problemi con la diapositiva”, ha detto ai giornalisti il ​​manager dei Reds David Bell. “Ma è una sensazione di impotenza quando uno dei tuoi giocatori viene colpito alla testa e sono sdraiati lì. È spaventoso per me”.

Il Voit da 255 libbre ha detto che stava cercando di evitare Stephenson, ma ha ammesso che il suo gomito “gli ha fumato un po’ la testa”.

“Non stavo cercando di portarlo fuori o altro”, ha detto Voit. “Immagino che il mio gomito gli abbia appena fumato un po’ la testa. Spero che stia bene, niente rancore. È il baseball. Non stavo cercando di sporcarlo o altro. Sto solo cercando di fare un gioco ovviamente. “

I Reds hanno sfidato la chiamata, ma gli arbitri hanno stabilito che la diapositiva di Voit era pulita.

“Non ha finito per ferirci perché non avevamo bisogno della sfida”, ha detto Bell. “Pensavo che potesse essere una diapositiva illegale. Ciò non significa che Voit l’abbia fatto intenzionalmente.”

“La palla lo porta dritto dentro Luke”, ha aggiunto il manager dei Padres Bob Melvin. “Non c’è nessun posto dove andare, e penso che Luke stesse solo cercando di proteggersi alzando le mani. Penso che abbiano capito bene.”

I compagni di squadra di Stephenson, però, non erano d’accordo con i dirigenti.

“Ripensando al replay, non sono molto contento della diapositiva”, ha detto Kyle Farmer, interbase dei Reds. “Non troppo spesso vedi un corridore scivolare e afferrare la testa di qualcuno e sbatterla a terra in quel modo. Di solito stai cercando di raggiungere la borsa. Forse è quello che stava cercando di fare. Dopo aver guardato il replay, sembrava come una mossa di wrestling alla testa di Tyler e l’ha fatta cadere.

“Ho catturato prima, ed è un gioco spaventoso, specialmente quando hai un ragazzo grosso come Voit che scende. Non ho mai visto davvero le mani di qualcuno andare alla testa di un ricevitore su uno scivolo”.

Stephenson è stato inserito nel protocollo di commozione cerebrale dopo la partita, che lo terrà fuori dalla formazione per almeno sette giorni. Bell ha detto che Stephenson, 25 anni, sembrava “andare bene”, ma ha riconosciuto che la squadra era preoccupata per il ricevitore del terzo anno.

Pham, un ex Padre ed ex compagno di squadra di Voit’s con i St. Louis Cardinals, ha ribadito la sua offerta di “risolvere” la situazione con Voit in una palestra locale.

“Non mi piace tutto”, ha detto Pham. “Possono dire quello che vogliono. Tutti da quella parte – sanno che scendo. Conosco un posto qui, conosco un proprietario che mi permetterà di usare la sua palestra se dobbiamo sistemare qualcosa. … Quel gioco è stato sporco.”

I Reds, che hanno perso otto partite consecutive, e Padres completeranno la loro serie di tre partite a San Diego mercoledì pomeriggio prima di incontrarsi di nuovo la prossima settimana per una serie di tre partite a Cincinnati.

.

Add Comment