Better Call Saul: Giancarlo Esposito alla regia, Kim’s Fate e Lalo

AVVISO SPOILER: Non leggere se non hai visto il sesto episodio di “Better Call Saul” Stagione 6, intitolato “Axe and Grind”.

Giancarlo Esposito non è apparso nell’ultimo episodio di “Better Call Saul”, ma è stato perché era impegnato dietro la telecamera a dirigere questo episodio cruciale, il penultimo capitolo della prima metà della sesta stagione.

“Axe and Grind” ha coperto molto terreno, ambientato ad Albuquerque, in Germania, una lunga autostrada per Santa Fe e persino un flashback dell’infanzia di Kim Wexler (Rhea Seehorn). L’episodio è iniziato e si è concluso con Kim, che ha colpito il suo straziante “momento di sventura”, secondo Esposito. Negli ultimi istanti, Kim sta guidando a Santa Fe per un colloquio per un importante lavoro con una fondazione legale, ma Saul (Bob Odenkirk) la chiama freneticamente e la avverte che la loro truffa “D-Day” su Howard Hamlin (Patrick Fabian) ha ha colpito un intoppo. Invece di ritardare ulteriormente la loro trama, Kim fa un’inversione a U in mezzo alla strada, abbandona la sua opportunità di carriera e torna ad Albuquerque per finire il lavoro.

Altrove, Lalo Salamanca (Tony Dalton) continua il suo regno del terrore in Germania e trova Casper (Stefan Kapičić), uno degli operai che hanno costruito il superlab di metanfetamina di Gus. Sta cercando terra su Gus, ma viene brevemente abbattuto da un’ascia di lato. Tuttavia, Lalo prende il sopravvento tagliando la faccia di Casper con una lama di rasoio nascosta e tagliando una delle sue gambe.

L’episodio introduce anche uno dei personaggi più importanti, ma raramente visti, nel mondo di “Breaking Bad” e “Better Call Saul”: il riparatore di aspirapolvere. Il dottor Caldera, il veterinario impreciso che ha rattoppato Saul e Mike (Jonathan Banks) per tutta la serie, rivela di tenere un taccuino codificato di contatti illegali. All’interno del libro c’è una scheda per Ed Galbraith (Robert Forster), specializzato nella riparazione di aspirapolvere e nel far sparire le persone quando sono nei guai.

Esposito, che ha diretto tre suoi film oltre a interpretare Gus in “Breaking Bad” e “Better Call Saul”, parla con Varietà sul suo debutto alla regia nella serie AMC, sul trovare un fienile tedesco ad Albuquerque e sul perché crede che Kim sia intrinsecamente una brava persona.

Come sei finito a dirigere questo particolare episodio?

Quando stavo lavorando a “Breaking Bad”, avevo regalato a Vince Gilligan il mio secondo film. Anni dopo, quando ci stavamo preparando per fare 401 di “Breaking Bad”, quel famigerato episodio “Box Cutter”, gli ho chiesto se l’avesse guardato e lui ha detto: “No, non ne ho avuto la possibilità”. Ho detto: “Beh, sei stata un’ape impegnata”. non l’ho mai più chiesto; era quasi 10 anni fa, ma ho osservato e continuato a guardare cosa stava succedendo. Nell’estate prima dell’inizio delle riprese, ho ricevuto una telefonata da Vince e ho pensato che fosse successo qualcosa a uno dei membri del cast: “Oh, cosa è successo, Jonathan Banks è caduto?” Erano Vince, Melissa Bernstein e Peter Gould, “Vogliamo invitarvi a dirigere un episodio nella sesta stagione”. Non sapevano quale, e io ho appena urlato. Le cose buone arrivano a chi sa aspettare. Attraverso le loro conversazioni, hanno pensato che il 606 sarebbe stato il migliore che si collegasse alla mia personalità.

Quali elementi dell’episodio corrispondevano alla tua personalità?

Il mio particolare episodio contiene una certa violenza tagliente. Non ho fatto molti film violenti; i miei film sono più intellettuali, più sulla coscienza sociale. Penso che volessero darmi la possibilità di girare una scena molto complicata che ha avuto luogo in Germania con Lalo Salamanca e Casper. Penso che potrebbe essere stato un pezzo di esso. È stato anche un episodio molto intricato nella pianificazione di ciò che Kim e Jimmy avrebbero fatto, di come avrebbero messo in atto l’intero piano su Howard. Eppure ha avuto momenti con la trama di Howard, che è molto bella, che potrebbe avere un po’ di morbidezza e il desiderio che Howard e sua moglie tornino insieme, e questo non sta realmente accadendo. Penso che tutti sapessero che avevo avuto un matrimonio, che dall’altra parte ero molto legato alla mia ex moglie e che avevo figli, ma non stiamo insieme. Forse hanno guardato al mio lato sensibile per dirigere qualcosa. Nessuno sa che ho avuto questo lato, quindi non dirlo a nessuno.

Dove hai girato la scena di Lalo in Germania? Lo spettacolo è normalmente ad Albuquerque, come hai dato a quest’area un nuovo look?

Il nostro meraviglioso artista della scenografia ha trovato un vecchio fienile nella valle di Albuquerque. Sono andato in studio dove avevano un vecchio set di qualcos’altro. Dissero che potevamo modellare l’interno qui e l’esterno là. Siamo finiti per andare al fienile, una donna di 90 anni lo possedeva nella valle. Aveva la bellissima sensazione di quello che sarebbe stato all’interno di un fienile tedesco. Era una stalla per cavalli e volevamo che fosse una stalla che sembrava avesse i macchinari di Casper: è un ingegnere. C’era già fieno; era l’interno perfetto.

L’esterno era sull’altro lato di Sandia, NM. Assomiglia davvero alla Germania. Ma non avevamo abbastanza verde; non era il momento della stagione. Dissi: “Possiamo convincere qualcuno a venire qui ogni giorno con un camion dell’acqua e dell’acqua? Ogni giorno per le due settimane successive prima di dover girare, basta bagnare il terreno”. Abbiamo portato la gente dei verdi là fuori e abbiamo messo degli alberi in più. Ha funzionato perfettamente grazie alla creatività di tanti grandi artisti.

Kim che fa l’inversione a U alla fine è un simbolo perfetto della sua scelta della truffa Sandpiper sulla sua stessa carriera. È questo il punto di svolta per Kim?

È un momento straziante per me in questo episodio e volevo che riflettesse una decisione molto importante nella vita di Kim e nella sua vita con Jimmy. Ha questa opportunità che ha voluto per tutta la sua carriera; lei entrerà in quella stanza e lo farà accadere. Per farle prendere questa decisione, è per amore o è l’eccitazione della truffa? Qualunque cosa sia, quell’inversione a U è un’analogia perfetta per questo. È un’inversione di marcia nella sua vita.

Sta andando a Santa Fe e deve tornare ad Albuquerque. Avevamo questa strada e volevamo che sembrasse più vicina alla sua destinazione che alla sua zona di partenza. Era difficile per quali montagne usare. Abbiamo trovato la strada giusta, ed era perfetta perché c’erano due corsie su ogni lato con uno spartiacque, dove potevamo effettivamente fare l’acrobazia. Abbiamo avuto un felice incidente in cui siamo andati un po’ troppo oltre il nostro percorso del cono. C’erano delle nuvole che si sono formate nel finestrino del passeggero mentre vediamo Kim dal lato del guidatore nel momento stesso in cui lei scende dal telefono e sta prendendo quella decisione. Probabilmente abbiamo avuto tutto in una o due riprese, forse una e mezza. È stato sufficiente per creare quel momento di sventura nella sua psiche.

Non ci sono molti flashback usati nello show, ma sono sempre molto intenzionali. Cosa prefigura l’apertura con la giovane Kim e sua madre sul suo futuro?

Tutti abbiamo momenti che ricordiamo con i nostri genitori. Ricordiamo come ci abbia influenzato in modo negativo o positivo. Questo momento per me è un riflesso dell’intera vita di Kim e di chi diventa effettivamente. Credo intrinsecamente che Kim sia una brava persona e abbia probabilmente capacità di avvocato più profonde di Jimmy. Eppure si innamora dell’altra vita; per quanto tempo, non lo sappiamo.

In quella scena, vedi alcune connessioni attraverso l’episodio se stai guardando da vicino. Gli orecchini sono importanti perché Kim indossa gli stessi orecchini praticamente per tutta la sua vita. Li vedi di nuovo nell’ufficio del veterinario; se noti, quelli sono gli stessi orecchini. Significavano qualcosa per lei. Aveva bisogno di uno schiaffo sulla mano, “No, non lo facciamo”. Ma era tutto un atto. Probabilmente era soddisfatta di essere stata rimproverata da sua madre per aver fatto qualcosa di sbagliato, aveva bisogno di quella direzione genitoriale e poi rimane sbalordita quando sua madre esce e dice: “Guarda cosa ho preso per te”. Era tutto uno stratagemma. Questo è straziante. Penso che la rompa in un modo che si collega alla decisione che prende alla fine dell’episodio.

Add Comment