20 anni fa, “L’attacco dei cloni” mise “Star Wars” sulla difensiva

C’è un momento nel finale incredibilmente intenso per Star Wars Episodio II: L’attacco dei cloni durante la quale i nostri eroi (Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi e Padmé Amidala) si sono trovati catturati e collocati in un anello di gladiatori per quella che sembra una morte certa. Hanno fatto del loro meglio contro tre bestie letali da cartone animato, ma ora il loro destino è quasi sicuramente a portata di mano. Ma poi, all’ultimo minuto, Mace Windu entra in scena ed estrae la sua spada laser viola dopo di che vediamo circa due dozzine di Jedi vestiti che entrano in azione sul campo, pronti a prendere a calci in culo e prendere nomi. È a questo punto che puoi quasi immaginare George Lucas che cammina davanti alla telecamera e grida “Non ti sei divertito?” 20 anni dopo, L’attacco dei cloni è un primo esempio di fan service come narrazione e ha segnato la prima volta che il Guerre stellari la saga si è trovata come un grande pesce in mezzo ad altri grandi pesci nello stesso stagno di successo.

Sono passati tre anni dalla reazione (relativamente) divisiva a La minaccia del Fantasma. E anche se Quello dell’episodio uno $ 431 milioni nazionali e $ 927 milioni in tutto il mondo (secondo solo a Titanico) grossolano sembrava sfatare le nozioni di insoddisfazione degli spettatori, c’era sempre il potenziale per un calo “la gente era curiosa la prima volta”. Inoltre, nell’estate del 2002, a Hollywood era in atto un grande cambiamento, per cui l’industria aveva iniziato a pubblicare film in franchising fantasy ad alto budget su una scala paragonabile a quella di un tempo senza precedenti. Guerre stellari saga. La minaccia del Fantasma era preceduto da La matrice e La mummiafilm che hanno fornito agli spettatori il tipo di thriller fantasy blockbuster ad alto budget e incentrato sui personaggi che di solito provenivano solo dalla trilogia di Lucas. La matricecon Keanu Reeves, Lawrence Fishburne e Carrie-Anne Moss, era essenzialmente un remake high-tech, del momento, ambientato nel futuro di Guerre stellari. Con ciò intendo dire che ha utilizzato lo stesso modello “Hero’s Journey” che ha ispirato Una nuova speranza e ha finito per succhiare molto minaccia fantasmaL’ossigeno dello zeitgeist della cultura pop.

Anche con recensioni positive contrastanti e primi esempi di indignazione online che distorcono la narrativa, La minaccia del Fantasma è stato un successo mostruoso, guadagnando $ 431 milioni in casa da $ 64 milioni venerdì-domenica (secondo solo a Il mondo perduto$ 74 milioni venerdì-domenica / $ 92 milioni di debutto venerdì-lun) $ 105 milioni nel weekend di apertura mercoledì-domenica (un record di cinque giorni lordi, no). Ha incassato 924,3 milioni di dollari al momento del rilascio iniziale, piazzandosi al secondo posto a livello mondiale dietro solo a quello di James Cameron Titanico ($ 1,8 miliardi) i cui $ 600 milioni lordi interni erano stati recentemente sfollati Guerre stellari ($ 460 milioni contando la ristampa in edizione speciale) in cima al botteghino nazionale. Di norma, soprattutto nel 1999, i film che guadagnano più soldi a livello nazionale e mondiale che Jurassic Park ($ 357 milioni/$ 912 milioni) e Giorno dell’Indipendenza ($ 306 milioni / $ 817 milioni) sarebbero visti come grandi successi assoluti. Tuttavia, il passaparola è stato misto tra i fan, alcune delle critiche non erano in malafede ed entrambi Jurassic Park e ID4 (insieme a La matrice) ha mostrato che il mondo dei blockbuster fantasy da record non apparteneva esclusivamente a George Lucas.

quando L’attacco dei cloni aperto nel maggio del 2002, rischiava già di suonare il secondo violino. Harry Potter e la Pietra Filosofale aveva infranto i record del weekend di apertura con un debutto di 93 milioni di dollari prima di raggiungere i 317 milioni di dollari in casa mentre era al top La minaccia del Fantasma a livello globale con 974 milioni di dollari in tutto il mondo. Un mese dopo, Compagnia dell’Anello ha ottenuto recensioni entusiastiche e $ 881 milioni in tutto il mondo. L’imponente avventura di Peter Jackson si sarebbe guadagnata una sfilza di nomination agli Oscar (tra cui Miglior Film e Miglior Regista) e si credeva quasi universalmente che fosse l’inizio di un Signore degli Anelli trilogia che potrebbe stare fianco a fianco Guerre stellari. Non solo L’attacco dei cloni dover ripristinare la narrazione dopo La minaccia del Fantasmama sarebbe il primo Guerre stellari apertura del film in mezzo all’altro Guerre stellariblockbuster fantasy di grandi dimensioni. Oh, e questo non conta nemmeno il cambio di gioco di Sam Raimi Uomo Ragno, che ha aperto due settimane prima e ha rubato molto Episodio dueè presunto tuono.

non so quanto L’attacco dei cloni era completo per il momento Harry Potter e Signore degli Anelli si è presentato, ma Episodio due sembrava assolutamente progettato, specialmente il suo terzo atto spettacolare e ricco di spettacoli, per difendersi dall’idea che Guerre stellari era passato o era stato sostituito nello zeitgeist della cultura pop. Né so quale sarebbe stata la trama prima degli attacchi dell’11 settembre 2001, ma Episodio unosottotrama di su un senatore virtuoso (Terence Stamp) costretto a dimettersi a causa di accuse infondate di scandalo risuonate durante lo scandalo Clinton/Lewinsky. Il fatto che il suo sostituto, il senatore di Naboo Palpatine (Ian McDiarmid), si sia rivelato un tiranno ha reso la politica ancora più pungente poiché George W. Bush è stato “eletto” presidente nel 2000 e avrebbe usato gli orrori dell’11 settembre come scusa per infiniti Conflitto mediorientale. Come ha detto Lucas (parafrasando), ha basato entrambe le trilogie su Richard Nixon, e non è colpa sua la storia si è ripetuta.

In entrambi i casi, L’attacco dei cloni era chiaramente costruito, almeno in parte, in reazione alle varie critiche mosse La minaccia del Fantasma tre estati prima. Non abbiamo quasi nessun Jar Jar Binks e più “azione per amore dell’azione”. Otteniamo una scena di inseguimento aereo del primo atto sopra le nuvole e una scazzottata tra Obi-Wan (Ewan McGregor) e Jango Fett (Temuera Morrison) in una sottotrama che trasforma Boba Fett da un personaggio secondario a una variabile principale nelle origini di Darth L’impero di Vader e Palpatine. Natalie Portman si è “evoluta” da monarca elisabettiana a un interesse romantico convenzionalmente “caldo” che trascorre il finale in un abito a misura di forma pensato per ricordarti la principessa Leia di Carrie Fisher, mentre il film culmina con quarantacinque minuti di cinema quasi senza pari spettacolo, comprese battaglie di massa a terra e in aria tra Jedi, soldati cloni e truppe robot prima che Yoda diventi un duro armato di spada laser. Per quanto questo sia stato piacevole per la folla, l’indulgenza non può essere negata.

Ha funzionato? Beh, onestamente, no. Il film ha ottenuto ancora una volta recensioni contrastanti, con demeriti offerti per la cinematografia digitale (che onestamente non sembrava eccezionale su uno schermo cinematografico convenzionale), i ritmi romantici imbarazzanti tra Portman e Hayden Christensen e la pura artificiosità dell’intera impresa, con il film sembra molto meno pratico e tangibile di quanto non lo sia La minaccia del Fantasma. Inoltre, i cenni (non inappropriati) all’oscurità (L’attacco dei cloni è il film più violento dell’era post PG-13) lo ha reso meno una scelta ripetuta per i bambini piccoli e le loro famiglie a cui piaceva La minaccia del Fantasma bene tre anni prima. E sì, Uomo Ragno ha assolutamente rubato la scena, ottenendo ottime recensioni, suonando con una sensibilità newyorkese distintamente post 11 settembre e ottenendo il primo weekend di debutto venerdì-domenica di $ 100 milioni in più. Inoltre, è stato il primo Uomo Ragno film, dopo anni di conflitti legali, al contrario di “Oh, un altro Guerre stellari film” accanto al suddetto Il Signore degli Anelli, Matrix e Harry Potter franchising.

L’attacco dei cloni ha guadagnato $ 30 milioni nel suo giorno di apertura, un giovedì in quel momento in cui enormi tentpole hanno aperto giovedì in tandem con debutti all’estero per combattere la pirateria. Ha guadagnato $ 80 milioni nel suo frame venerdì-domenica per un fine settimana venerdì-lunedì di $ 110 milioni. Quella era la terza apertura più grande in quel momento dietro Uomo Ragno ($ 114 milioni) e Harry Potter e la Pietra Filosofale ($ 93 milioni), ma non era lungo. Ha guadagnato “solo” $ 310 milioni a livello nazionale e “solo” $ 645 milioni in tutto il mondo. Sarebbe la prima volta in assoluto che a Guerre stellari il film non ha superato il botteghino annuale (senza contare quelli Ewok film), arrivando dietro Uomo Ragno ($ 403 milioni/$ 821 milioni), Le Due Torri ($ 340 milioni/$ 937 milioni) e Harry Potter e la Camera dei Segreti ($ 263 milioni/$ 880 milioni). Il meglio accolto (e francamente migliore) La vendetta dei Sith sarebbe in cima al botteghino nazionale nel 2005 con $ 381 milioni anche se i suoi $ 868 milioni di sperma globale erano dietro Harry Potter e il Calice di Fuoco ($ 896 milioni).

Nonostante i discorsi online e 20 anni di conversazioni, alla maggior parte della gente piaceva George Lucas L’attacco dei cloni bene in un “Ehi, era un film divertente, cosa c’è per cena?” moda. Ha fatto un sacco di soldi ed è stato un successo al botteghino sotto ogni punto di vista razionale. Tuttavia, avrebbe dovuto presentare un avvertimento sui pericoli di lasciare che le minoranze vocali controllassero la narrazione e cercare di accontentare specifici fan a spese del pubblico generale. Guerre stellari è riuscita a farla franca, perché era solo una trilogia (anche il pubblico insoddisfatto era disposto a fare un ultimo giro) e, anche in mezzo a epiche fantasy a quattro quadranti emergenti, era comunque speciale in virtù del fatto di essere un Guerre stellari film. 20 anni dopo, non è più così. Potrei sostenere che il mancato rispetto delle lezioni di L’attacco dei cloni, soprattutto in termini di come L’ascesa di Skywalker ripetuto quegli stessi errori in misura catastrofica, è in parte responsabile per questo.

Per quelli così inclini, Ho partecipato a un commento per questo film insieme ad Aaron Neuwirth, Brandon Peters e David Yeh nel dicembre del 2016.

.

Add Comment